BRASILE - Contrada34
Rivenditori expo 2015 Brescia

BRASILE

Sao Luis, Barreirihnas, Pantanal, Rio de Janeiro.

Esperienza scritta da: SILVANA

Dal Parco Nazionale dei Lençois Maranhenses tra spettacolari dune di sabbia bianca e lagune turchesi di acqua dolce cristallina al Pantanal, il paradiso ecologico nel cuore del Brasile alla ricerca del giaguaro fra cascate e foreste. Tappa finale a Rio città simbolo del Paese e la sua mitica baia: una delle più spettacolari del pianeta!

Arriviamo a SAO LUIS con un volo Latam da Malpensa e scalo a San Paolo; il viaggio è notturno, si riesce a riposare e si arriva all’aereoporto internazionale Guarulhos all’alba, senza trovare traffico e rallentamenti. Ci imbarchiamo su un altro aereo in direzione Sao Luis.

Città coloniale con un centro storico che riporta indietro nel tempo, a ben oltre 200 anni fa, quando qui la vita quotidiana ruotava intorno alle grandi piantagioni di canna da zucchero, cacao e tabacco. Da un lato i nobili europei che ostentavano le loro enormi  ricchezze rivestendo i palazzi con le tipiche piastrelle in maiolica dette “azulejos”; dall’altro gli scantinati dove venivano rinchiusi gli schiavi prima di essere destinati alle loro fatiche, nelle vie strette e allungate che trasmettono già da sé tanta fatica.

A quasi 5 ore di distanza da Sao Luis raggiungiamo Barreirinhas, una piccola cittadina alle porte del  fantastico Parco dei LENCOIS MARANHENSES : che dire, uno spettacolo…non ci sono parole per descriverlo, le foto aiutano, ma la realtà è tutta un’altra cosa. Non solo dune di sabbia bianca finissima e laghetti di acqua piovana che sembrano miraggi nel deserto,  ma soprattutto un’atmosfera irreale, che va oltre qualsiasi concetto di solitudine, unicità, natura incontaminata.UN SOGNO! 

Raggiungerlo costa fatica e non poca: un primo tratto di quasi 2 ore in 4×4 attraverso terre aride e guadi di fiumi, poi una impegnativa salita lungo una collina (mi sono aiutata con una corda e con qualche spintarella dei miei accompagnatori) per arrivare alla sommità delle dune ed entrare in questo Paradiso! E poi ci si perde per tutta la giornata, salendo e scendendo lungo le dune e immergendosi nelle acque limpidissime dei laghetti.  Dimenticavo:  sempre rigorosamente scalzi  e plastic free.

Dal Maranhao, nell’estremo nord del Paese, cambiamo rotta e ci dirigiamo a sud, quasi al confine con il Paraguay, nella zona più umida del pianeta, il PANTANAL. Anche questo un ambiente unico e raro, dove si può ammirare una quantità incredibile di specie di flora e fauna. Alloggiamo in un resort che ricorda una fattoria a gestione familiare: il cuoco che ci prepara la colazione è la stessa guida che all’alba ci aveva accompagnato ad esplorare la giungla; il ranger che con la sua barca a motore ci ha condotto per ore lungo fiumi che sembrano laghi tanto sono ampi, la sera ci intrattiene con la sua chitarra, suonando musica locale.

Le giornate trascorrono al ritmo della natura: sveglia all’alba, attività di esplorazione a terra o sul fiume, a piedi o a cavallo, oppure a bordo di potenti  fuoristrada.  Chi non è troppo stanco dopo giornate così intense, la sera dopo cena può partecipare ad un safari notturno per avvistare altri animali, sempre con l’aiuto degli occhi esperti dei locali. E le sorprese non mancano mai: ci fermiamo lungo la strada per una pausa caffè (servito nei termos della guida accompagnato da una buonissima fetta di torta casalinga!) e per sbaglio, sul bordo della strada, vediamo, tranquilla tranquilla, una bellissima ananconda. Poco oltre, il nostro sguardo è attirato da una enorme palude coperta da ninfee, uno spettacolo che merita un’altra sosta: tutti con le fotocamere in mano, scattiamo foto ai fiori e alle piante quando notiamo sotto una foglia due punti neri che ci fissano…eh sì, perché sono due occhi…e non tanto piccoli: sono di un caimano! Ma la vera sorpresa è che non è solo: guardando meglio ci rendiamo conto che l’intera palude è piena zeppa di caimani, praticamente sotto ogni foglia ce n’è uno…paura?

Ma l’animale simbolo del Pantanal, il GIAGUARO, non lo vediamo? Purtroppo non è così facile, perciò decidiamo di spingerci ancora più a sud lungo la Transpantaneira, fino a Porto Jofre: in questa zona si dice sia facile avvistare il grosso felino che vive nascosto nella giungla. Si abbevera al fiume e quindi potremmo vederlo mentre scende verso riva. Ci imbarchiamo perciò su una barca e navighiamo su e giù per il fiume, tutti muniti di cannocchiale. Partiamo in barca alle 8 del mattino, sole cocente e tanto caldo umido. Alle 13 siamo ancora a bocca asciutta, decidiamo di fermarci per il pranzo; nel primo pomeriggio ritentiamo … saremo fortunati? Vediamo qualche foto…

Per concludere questo viaggio alternativo, dopo tanta natura primitiva, torniamo nella civiltà e voliamo a RIO la città del samba e noi visitiamo una scuola di samba, che è una vera e proprio azienda attiva tutto l’anno, perché per preparare la sfilata del carnevale di Rio serve davvero un anno intero!

Naturalmente non ci perdiamo i 2 simboli della città, il Corcovado e il Cristo Redentore! Il nostro albergo è l’Hilton Copacabana, l’edificio più alto di questa parte della città. Dalla terrazza all’ultimo piano dove si trova un grazioso bar con piscina, si può ammirare tutta la spiaggia più famosa del mondo. Poichè risentiamo ancora un po’ del fuso orario, appena svegli di prima mattina, ci concediamo una passeggiata per sembrare anche noi dei veri carioca che ogni giorno si tengono in forma correndo sul lungomare.

Ma a Rio non può mancare la visita della scalinata Selaron e dei murales “Todos somos uno” di Kobra sul Boulevard Olimpico. E per concludere in prelibatezza, è d’obbligo assaggiare una cena tipica nella migliore churrascheria di Rio!

Purtroppo il  nostro viaggio termina qui, lasciandoci un senso di incompletezza, sarà proprio necessario ritornarci!

  • Fascia di prezzo: 2000/2500 €
  • Voto Vacanza:
Richiedi una quotazione per questo viaggio
Lascia il tuo commento
Richiedi una quotazione per questo viaggio

Contrada Del Cavalletto 34 25122 BRESCIA (BS) IT
cavalletto@contrada34.it
030 3750195

Visualizza altre esperienze di viaggio

Lasciatevi ispirare e scegliete la meta della vostra prossima vacanza !

MYANMAR SONIA

Esperienza di viaggio

Voto:
Leggi il diario
SINGAPORE SILVANA

Esperienza di viaggio

Voto:
Leggi il diario
Antigua Chic GIUSY

Esperienza di viaggio

Voto:
Leggi il diario
Contrada 34 - Agenzia viaggio

La realtà di una nuova cooperativa al femminile. La professionalità come sfida. La sensibilità femminile come valore aggiunto. Un’agenzia viaggio nel tempo di internet significa operare in un mercato che richiede professionalità e rapidità, certezze e unicità della proposta. Una “diversità” che risiede nella possibilità di avere un’esperta a disposizione, in grado di assicurare qualità e convenienza. Per vivere senza preoccupazioni l’incanto di una spiaggia innanzi all’astro che inizia a colorare il tramonto o l’avventura sulle rive di un grande fiume gurgitante nel suo clangore perenne...leggi tutto

Contatti agenzia viaggio

Contrada Del Cavalletto 34 25122 BRESCIA (BS) IT
cavalletto@contrada34.it
030 3750195
030 3751547

Contrada 34 - agenzia viaggio brescia - Soc.Cooperativa - CF e PI 03621050982